seitai – appunti di base – 02

Il Seitai si occupa della reazione del singolo individuo ad uno stimolo esterno.

Si alza il vento: tu ne provi piacere, io fastidio, lei ansia, lui non se accorge neanche. Stesso evento, reazioni diverse. Come mai? Che domanda idiota, siamo tutti diversi no?

E’ possibile indagare in cosa consiste questa diversità? Se la risposta è “sì, si può”, lì comincia il Seitai.

Un esempio: è istintivo proteggersi il viso da una luce accecante. Qualcuno usa la mano destra, qualcuno la sinistra. Qualcuno gira la testa, qualcuno a destra, qualcuno a sinistra. Per qualcuno è facile roteare velocemente il corpo per dare le spalle alla luce, per altri questo movimento richiede un ragionamento. Per alcuni è istintivo difendersi dalla luce piegandosi in avanti, per altri è del tutto naturale tirarsi indietro, o solo con la testa, o anche col busto.

Stesso stimolo, reazioni diverse. L’uso di quale mano per proteggersi il viso dipende dall’essere mancini o destrorsi, questo lo sappiamo, o crediamo di saperlo: ci si nasce. Ma se vogliamo capire perché uno d’istinto si gira a destra e un’altro a sinistra, già non sappiamo più niente.

Dobbiamo spingere l’osservazione all’interno del corpo, all’interno della postura, dove mente e corpo sono una cosa sola. Non ci credete?

Allora un altro esempio: offendete qualcuno verbalmente. Non è uno stimolo fisico, ma mentale, emotivo. Eppure qualcuno reagisce sbiancondosi, qualcuno invece diventa paonazzo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: