yuki e “ultrasuoni”

E’ da tanto che non scrivo più niente.

Una settimana fa ho sentito una pubblicità di una offerta commerciale in cui Lui chiede a Lei: ehhhhh, non è fantastico? e Lei tace. Lui insiste: ma come, non dici niente? E allora Lei spiega: cosa vuoi che ti dica, è una offerta talmente fantastica che mi ha lasciato senza parole…

Beh, credo che a un certo punto sono rimasto anch’io senza parole di fronte all'”offerta planetaria”, forse una decina di anni fa, difficile essere precisi… comunque uno psicologo comportamentale mi ha spiegato che io sono un caso da loro conosciuto come “burned out” (bruciato).  Mi è sembrato sensato.

Effettivamente la mia attività come tecnico Seitai è ridotta al lumicino, ma l’altro giorno mi è successa una cosa straordinaria (secondo le credenze correnti) che desidero condividere. Una praticante di lunga data, ormai un Dan da parecchi anni molto più attiva  di me, mi dice: sono allo stremo, ho bisogno di un “coup de pouce”  (SPINTA, SPINTARELLA, …). La richiesta di aiuto reciproco è assolutamente normale tra noi.

Così sono andato a farle Yuki: era veramente spossata. Credo che sia stata questa condizione di estrema debolezza che mi ha permesso di sentire quel che è successo dopo un minuto.

Le mie mani si sono messe a vibrare. Ho sentito che entrambi eravamo in un campo “liquido” che vibrava. Il movimento delle mie mani ne era una manifestazione fisica. Mi si è presentata alla mente l’immagine della vaschetta degli ultrasuoni, quella che usavo per pulire quando facevo l’orologiaio. Siamo rimasti così una mezz’ora. La “corrente elettrica” (per rimanere nel paragone della vaschetta degli ultrasuoni), necessaria al funzionamento del campo, era la presenza dell’ l’intenzione (spontanea) che così fosse.

Ovviamente non posso fornire nessun dato che dia credibilità o che sia una prova. Ma posso riferire di aver studiato/praticato con un Maestro cinese che insegnava a far vibrare le mani con la respirazione: una antica tecnica taoista di guarigione (usata anche per combattere in caso di bisogno). Ne dava anche una indicazione precisa: una decina di vibrazioni al secondo. Secondo lui era la frequenza naturale del “passaggio di informazione”, qualunque tipo di informazione,  in questo caso una informazione di salute.

E’ successo proprio questo l’altro giorno (c’erano già state avvisaglie); è stata la prima volta che ho vissuto questo fenomeno con piena consapevolezza e precisione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: