lettura 05 azione

Per il Seitai, come per il pensiero tradizionale sino giapponese con cui sono venuto in contatto, non esiste una separazione possibile tra corpo e mente.

Un altro modo per parlare di questa unità inscindibile è sottolineare la sincronicità di pensiero e azione. Per il Seitai un pensiero che non sia anche azione ha un che di fatuo, di sospeso, di incompleto.

Premesso questo, credo sia più facile comprendere come il Seitai preferisca prendere in considerazione l’osservazione dell’azione umana piuttosto che elaborazioni mentali astratte.

Proviamo a calarci in un esempio.

E’ arrivato il momento di andare a far la spesa, o questa settimana niente pappe.

Mi faccio i conti in tasca, posso spendere 50 euro. Non è quindi il momento di cibi costosi, anche se adorerei stasera sbafarmi una dozzina di ostriche, e domani un roastbeaf sarebbe il massimo della goduria. Meglio pasta e fagioli, una bella frittata, un ragù al pomodoro.

Questo è l’aspetto intelligente della spesa che andrò a fare, un riconoscimento di come utilizzare al meglio il denaro che ho in tasca. Funzioni cerebrali quindi.

Ma non fatemi rinunciare a un bicchiere di vino decente, per favore. La sera, chiudere la giornata con una cenetta senza pretese ma gustosa, accompagnata da un po’ d’alcool, è così rilassante, piacevole…

Questo è l’aspetto emotivo della spesa, la sensazione gradevole dell’appetito soddisfatto, di qualche pensiero ispido che si allenta per scivolare meglio in un sonno ristoratore. Funzioni del cuore-stomaco quindi.

Ok, tempo di mettersi le scarpe, sacco in spalla, camminata fino al Super, andiamo! E’ evidente che se non passo all’azione il frigorifero rimane vuoto. Questa energia viene fornita dalle funzioni renali.

Però alt, un momento. Non ha senso andare al Super ora immediatamente, meglio coordinare la cosa con i miei impegni. Elaboro quindi un piano. Devo anche andare in un altro posto. Allora potrei fare così. Vado dove devo andare, magari ci vado un’ora prima, ne approfitto per passare di là dove comunque avrei dovuto andarci domani, così sulla strada del ritorno passo proprio davanti al Super e prendo tre piccioni con una fava. Perfetto! Questo senso pratico è fornito dalla funzioni polmonari.

Faccio dunque così. Quando sono al Super e vago tra gli scaffali mi imbatto in un’offerta scontata di olio d’oliva davvero buono. Ne ho ancora una bottiglia quasi piena a casa, quindi nell’immediato non ne ho bisogno. Ma l’olio d’oliva dura molto a lungo, io ne faccio uso costante e prima o poi dovrò ricomprarne. Tanto vale farlo ora che c’è quello buono e a buon prezzo. Dirotto quindi una parte dei miei 50 euro su due bottiglie d’olio che ora non mi servono ma verranno buone in futuro. Così facendo prendo in considerazione qualcosa al di là da venire, mi proietto avanti nel tempo. Questo “senso di continuità” è fornito dalle funzioni del sistema pelvico.

Queste sono, in buona sostanza, le cinque caratteristiche sempre presenti nell’azione umana. Si combinano tra loro all’infinito. Possono avere un aspetto energetico positivo o negativo ed essere presenti nelle percentuali più varie.

Come si dice in Seitai, il mondo è fatto di tutti i colori, o ci vogliono tutti i colori per fare un mondo 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: