lettura 07 sensibilità

Conoscere le “condizioni del terreno” in cui vive è essenziale per l’uomo, così come imparare a muovercisi e a cogliere i segnali che l’ambiente gli invia.

Altrettanto importante è saper interpretare il comportamento degli altri uomini con cui si condivide l’ambiente. Per esempio saper riconoscere per tempo una situazione di pericolo facilita enormemente la vita. Non c’è bisogno di prendere in considerazione le vere e proprie ostilità. Un ciclista se vuole viaggiare in città con un minimo di sicurezza per la propria incolumità deve come minimo saper rendersi conto se l’automobilista accanto si è accorto di lui e se ha intenzione di svoltare tagliandogli la strada.

Ciascuno di noi ha una sua propria sensibilità nei confronti dell’ambiente e reagisce ad esso a modo suo.

A una cena in una casa privata vengono invitati nuovi conoscenti. Il clima si fa cordiale e la padrona di casa fa una confidenza intima in cui cerca di comunicare, esprimendosi a braccio come può, delle emozioni che ancora la turbano. Un convitato sensibile al tono della voce ne prova simpatia. Un convitato sensibile alla coerenza discorsiva ne prova irritazione. Un convitato che ha provato emozioni simili ma non è mai riuscito a esprimerle si sente immedesimato. Un convitato che è venuto per ampliare la cerchia dei suoi contatti utili ne è annoiato a morte. Va da sé che il prosieguo della serata risente di queste reazioni al discorso della padrona di casa, così come le future relazioni tra i convitati.

La lettura del Seitai è che i convitati hanno reagito al discorso della padrona di casa in modo diverso perché quella sera l’energia di ciascuno era polarizzata in modo diverso nelle vertebre lombari, e probabilmente una vertebra in particolare era iperattiva rispetto alle altre. Badate bene, non è una enunciazione astratta: un tecnico Seitai, su richiesta, è in grado di essere operativo per promuovere un processo di armonizzazione tra le vertebre.

Il Seitai ci dice che tutto ciò è assolutamente normale finchè l’energia si mantiene fluida. Diventa fastidioso quando la polarizzazione è molto pronunciata, è insediata permanentemente e si auto infertizza. Diventa un vero e proprio problema se il fenomeno è accompagnato da qualche fissità mentale. E’ un problema per l’individuo perché è praticamente “prigioniero di se stesso”, ed è un problema per chi gli sta intorno e si relaziona con lui.

Se ciascuno di noi potesse “normalizzare” un pochino la propria postura, staremmo tutti infinitamente meglio.

Annunci

Una Risposta to “lettura 07 sensibilità”

  1. dolceluce Says:

    e’ l’augurio che mi faccio!
    tutto può succedere….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: